Vitamina F

Contenuti

Il contenuto dell'articolo
Breve descrizione

Il termine vitamina F si riferisce agli acidi grassi essenziali, vale a dire Linoleico e alfa linoleico… Entrano nel corpo dal cibo sotto forma di (mono- e poli-) acidi grassi e svolgono un ruolo importante nell'abbassare i livelli di colesterolo, regolare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di ictus e attacchi di cuore. Inoltre, la vitamina F è essenziale per lo sviluppo del cervello nel feto nell'utero, nel neonato e nel bambino e per il mantenimento della funzione cerebrale negli adulti.

Alimenti ricchi di vitamina F.

Gli acidi grassi saturi e monoinsaturi si trovano ampiamente nei prodotti animali come carne e latticini. Gli acidi grassi monoinsaturi si trovano anche in alcuni oli vegetali: oliva, avocado, mandorla, colza, arachidi e palma. Sono considerati i più salutari nella dieta umana perché non aumentano i livelli di colesterolo nella stessa misura dei grassi saturi e sono meno suscettibili all'ossidazione spontanea rispetto agli acidi grassi polinsaturi. Inoltre, non vengono convertiti in potenti composti biologicamente attivi che possono interrompere l'equilibrio di vari sistemi corporei, cosa che spesso accade con gli acidi grassi polinsaturi.

La famiglia degli acidi grassi polinsaturi comprende anche due diversi gruppi: "" e "". Entrambi sono considerati acidi grassi essenziali perché non possono essere sintetizzati dall'uomo. L'acido grasso omega-3 originale è l'acido alfa-linoleico, mentre l'acido grasso omega-6 è l'acido linoleico.

Contenuto di grassi di noci e semi

Noci e semiacido linoleicoAcido alfa linoleicoAcidi grassi saturi
Noce38.19.086.1
pinoli33.20.164.9
Semi di girasole32.780.075.22
Sesamo23.580.427.67
Semi di zucca20.70.188.67
Settimana20.616.2
Noce brasiliana20.50.0515.1
Arachide15.606.8
Fistashki13.20.255.4
Mandorle12.203.9
Nocciola7.80.094.5
anacardio7.70.159.2
Semi di lino4.3218.123.2
Macadamia1.30.2112.1

Quantità nel cibo

La quantità indicata di grammi per 100 grammi di prodotto (Acidi Grassi Monoinsaturi / Acidi Grassi Insaturi / Acidi Grassi Polinsaturi).

Formaggio groviera10.04 / 18.91 / 1.73
Pomodori essiccati al sole8.66 / 1.89 / 2.06
Formaggio Roquefort8.47 / 19.26 / 1.32
Hummus5.34 / 2.56 / 8.81
+ Altri 15 cibi ricchi di vitamina F (è indicato il numero di grammi per 100 g di prodotto (Acidi grassi monoinsaturi / Acidi grassi insaturi / Acidi grassi polinsaturi)):
Uovo di pollo3.66 / 3.10 / 1.91Mais, crudo0.43 / 0.33 / 0.49Mango0.14 / 0.09 / 0.07
Tofu1.93 / 1.26 / 4.92Prezzemolo0.29 / 0.13 / 0.12susine0.13 / 0.02 / 0.04
Yogurt0.89 / 2.10 / 0.09Oyster0.25 / 0.47 / 0.53Cavolo riccio0.10 / 0.18 / 0.67
Lenticchie, rosse o rosa0.50 / 0.38 / 1.14Albicocca0.17 / 0.03 / 0.08Cipolle verdi0.10 / 0.15 / 0.26
prugne0.48 / 0.06 / 0.16Radice di zenzero0.15 / 0.2 / 0nettarina0.09 / 0.07 / 0.26

Fabbisogno giornaliero di acidi grassi essenziali

Le autorità sanitarie europee hanno sviluppato linee guida per l'assunzione degli acidi grassi più essenziali per gli adulti:

Omega-3Acido alfa linoleico2 grammi al giorno
Acido eicosapentaenoico (acido grasso omega-3 a catena lunga)250 mg al giorno
Omega-6acido linoleico10 g al giorno

Negli Stati Uniti l'assunzione di acidi grassi è stata fissata a:

Omega-3Omega-6
Uomini (19-50 anni)1,6 g / giorno17 g / giorno
Donne (19-50 anni)1,1 g / giorno12 g / giorno

L'American Heart Association consiglia di mangiare pesce (soprattutto pesce azzurro come sgombro, trota, aringa, sardine, tonno, salmone) almeno due volte a settimana.

Si consiglia alle donne incinte, alle madri che allattano, ai bambini piccoli e alle donne che potrebbero rimanere incinte di non mangiare determinati tipi di pesce: pesce spada, squalo e sgombro reale, poiché vi è il rischio di alti livelli di sostanze pericolose nella loro carne (come il mercurio) . In questi casi, si consigliano integratori alimentari.

È importante mantenere un corretto equilibrio di omega-3 e omega-6 nella dieta, poiché i due interagiscono direttamente. Ad esempio, gli acidi del gruppo omega-3 (acido alfa-linoleico) aiutano ad alleviare l'infiammazione nel corpo e una grande quantità di omega-6 (acido linoleico) può, al contrario, provocare infiammazione. Uno squilibrio di questi due acidi può portare a malattie e la giusta combinazione mantiene o addirittura migliora la salute. Una dieta sana dovrebbe contenere circa 2-4 volte più acidi grassi omega-6 rispetto agli omega-3. Ma l'esperienza mostra che nei paesi sviluppati, la dieta tipica contiene 14-15 volte più acidi omega-6 e molti ricercatori ritengono che questo squilibrio sia un fattore significativo nell'aumento del numero di malattie infiammatorie. Al contrario, la dieta mediterranea contiene un equilibrio più sano dei due ed è considerata più benefica per la salute del cuore.

A rischio di sviluppare una carenza o uno squilibrio di acidi grassi essenziali sono:

  1. 1 neonato;
  2. 2 donne in gravidanza e in allattamento;
  3. 3 pazienti con malassorbimento nel tratto gastrointestinale.

Ti consigliamo di familiarizzare con l'assortimento di acidi grassi essenziali naturali (combinazioni Omega 3-6-9) al più grande del mondo. Ci sono più di 30,000 prodotti ecologici, prezzi interessanti e promozioni regolari, costanti Sconto del 5% con il codice promozionale CGD4899, spedizione gratuita in tutto il mondo disponibile.

Proprietà utili della vitamina F e il suo effetto sul corpo

Benefici alla salute

Mangiare abbastanza acidi grassi polinsaturi sotto forma di omega-3 e omega-6 è molto importante in quanto svolgono un ruolo fondamentale in:

  • sviluppo e mantenimento del normale funzionamento del cervello;
  • mantenere la visione;
  • risposte immunitarie e infiammatorie;
  • la produzione di molecole simili agli ormoni.

Inoltre, gli omega-3 aiutano a mantenere la pressione sanguigna normale, i livelli di trigliceridi e la salute del cuore.

Acidi grassi essenziali per la malattia

  • per i bambini prematuri: l'omega-3 è una sostanza essenziale nella formazione del cervello, delle cellule nervose, inclusa la retina. È anche importante per i processi visivi e neurologici.
  • durante la gravidanza e l'allattamento: il feto nel grembo materno e il neonato ricevono omega-3 esclusivamente dal corpo della madre, pertanto il consumo di acidi grassi essenziali deve soddisfare le esigenze della madre e del bambino.
  • contro le malattie cardiache: La ricerca mostra che il consumo di grandi quantità di omega-3 può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache e ipertensione. Studi su sopravvissuti ad attacchi di cuore hanno dimostrato che l'assunzione di omega-3 ogni giorno può ridurre il rischio di attacchi cardiaci ricorrenti.
  • contro il cancro: un sano equilibrio tra acidi omega-3 e omega-6 svolge un ruolo importante nella prevenzione dello sviluppo e della crescita dei tumori, in particolare i tumori al seno, alla prostata e al retto. Gli acidi grassi in questi casi possono essere utilizzati da soli o in combinazione con altre vitamine - C, E, beta-carotene e coenzima Q10.
  • contro le malattie legate all'età: Gli studi dimostrano che le persone che hanno un sano equilibrio di omega-3 e omega-6 nella loro dieta e mangiano regolarmente pesce hanno un rischio ridotto di malattie visive legate all'età.
  • contro il morbo di Alzheimer: Un apporto insufficiente di acidi omega-3 può essere un fattore di rischio per lo sviluppo di altri tipi di demenza.

Interazioni con altri elementi e utili combinazioni di prodotti

I nutrizionisti consigliano di mangiare cibi ricchi di cofattori che favoriscono l'assorbimento degli acidi grassi essenziali. Aiutano nell'ulteriore elaborazione degli acidi dopo che sono entrati nel corpo. I cofattori chiave sono:

  • magnesio: le fonti sono leggermente cotte e la polpa al vapore.
  • zinco: magro,,,, pollame, fegato di manzo.
  • Vitamine del gruppo B: semi, alghe, cereali.
  • le uova sono una buona fonte.
  • Vitamina C: verdure, broccoli, peperoni, frutta fresca, soprattutto agrumi.

Gli acidi grassi polinsaturi sono soggetti ad ossidazione. Pertanto, si consiglia di utilizzarli in grandi quantità per preservare i legami fragili nella loro struttura chimica. Frutta e verdura brillanti, ad esempio, sono ottime fonti di antiossidanti. Gli antiossidanti che impediscono l'ossidazione degli acidi grassi sono acido alfa lipoico (si trova nella carne di manzo, verdure a foglia verde scuro) vitamina E (da chicchi di grano intero, semi e) e coenzima Q10 (solitamente prodotto nel fegato, ma in alcuni casi deve essere assunto per via medica). Si consiglia di evitare di mangiare acidi grassi ossidati - questo accade quando l'olio di semi viene utilizzato per friggere, esposto alla luce o al calore. Gli acidi poli e monoinsaturi ossidati si trovano anche negli alimenti pronti, anche biologici, come torte, cibi pronti vegetariani, falafel, ecc.

digeribilità

Per migliorare il metabolismo degli acidi grassi essenziali nel corpo, dovresti:

  • Mantenere un sano equilibrio quando si consumano acidi grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi e ridurre anche il consumo di grassi trasformati;
  • ottimizzare il rapporto tra l'assunzione di omega-6 e omega-3. Molti studi raccomandano di attenersi a un rapporto 4: 1;
  • consumare abbastanza nutrienti che interagiscono con gli acidi grassi;
  • ridurre il numero di fattori che possono interferire con l'assorbimento degli acidi grassi.

Come correggere e migliorare l'alimentazione?

  • Un massimo del 30-35 percento della dieta quotidiana dovrebbe essere grasso.
  • La maggior parte di questi grassi dovrebbe essere costituita da acidi grassi monoinsaturi. Si trovano nell'olio di colza, nell'olio di avocado, negli anacardi, nel pistacchio, nell'olio di sesamo e nel pollame. Quando si sceglie l'olio d'oliva, scegliere l'olio biologico, spremuto a freddo, non filtrato e conservarlo in un luogo fresco e buio (non in frigorifero). Questo olio viene utilizzato per condire insalate e cucinare a basse temperature. Anche il biologico spremuto a freddo sta guadagnando popolarità per i suoi benefici per la salute. Ma è meglio non riscaldarlo per evitare di abbattere gli acidi grassi omega-3.
  • I grassi saturi possono essere inclusi nella dieta, ma è consigliabile non superare la dose massima raccomandata del 10 percento di tutte le calorie consumate al giorno, o 20 grammi per le donne e 30 grammi al giorno per gli uomini. I grassi saturi sono i più adatti alla cottura in quanto sono i più stabili. Se, ad esempio, vuoi arrostire le verdure, il cocco, lo strutto in piccole quantità sono una scelta più salutare rispetto all'olio vegetale, all'olio d'oliva o all'olio di una varietà di semi. Si ritiene che l'olio di cocco sia l'olio più utile per friggere. Altre opzioni economiche sono burro, strutto, burro chiarificato, grasso d'oca o olio d'oliva, a seconda della temperatura e della salute di cottura.
  • Mangia cibi contenenti acidi omega-6 naturali (acido linoleico). Le migliori fonti di omega-6 sono i semi crudi, in particolare girasoli, zucche, semi di chia e semi di canapa. Anche gli oli di questi semi sono molto utili. È meglio conservarli in frigorifero e non sottoporli a trattamento termico. Puoi consumare un cucchiaio di semi crudi o olio da loro al giorno.
  • Si consiglia di ridurre il consumo di zucchero, fruttosio e alcol.

Regole di cottura per gli acidi grassi essenziali

Gli acidi grassi si decompongono sotto l'influenza di tre fattori principali: luce, aria e calore. Questo dovrebbe essere considerato quando si preparano e si conservano cibi ricchi di omega-3 e omega-6. La frittura e la frittura profonda espongono i grassi a tre fattori distruttivi contemporaneamente. I grassi che sono stati esposti a temperature elevate possono causare aterosclerosi, impedire all'aria di entrare nelle cellule del corpo, abbassare la funzione del sistema immunitario e potenzialmente aumentare il rischio di sviluppo.

Utilizzare nella medicina ufficiale

Nella medicina ufficiale, gli acidi grassi essenziali sono usati per la prevenzione e il trattamento complesso di varie malattie. Inoltre, gli effetti completi di queste sostanze sono ancora oggetto di studio.

Ci sono alcune prove che gli acidi grassi omega-3 possono guarire e prevenire interferendo con la formazione di coaguli di sangue. Abbassano la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, riducono l'infiammazione e migliorano la funzione vascolare e piastrinica.

I pazienti che sono malati hanno spesso livelli elevati di grassi nel sangue. La ricerca mostra che gli acidi grassi omega-3 (vale a dire gli acidi a catena molecolare lunga eicosapentanoico e docosaesaenoico) derivati ​​dall'olio di pesce possono ridurre questo grasso. Va notato che il consumo eccessivo di acidi grassi ha il potenziale per aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Diversi esperimenti hanno dimostrato che il consumo di vitamine omega-3 ha un effetto positivo sulla salute di chi soffre di malattie infiammatorie come i reumatoidi. Tra gli effetti rilevati c'erano una diminuzione del dolore articolare, un movimento limitato al mattino e una diminuzione della quantità di farmaci assunti. Al momento, l'effetto degli omega-3 sul decorso di malattie come e.

Gli acidi grassi essenziali sono essenziali per la salute mentale. L'Omega-3 è un componente importante della membrana delle cellule nervose, attraverso la quale trasmettono le informazioni. È stato notato che i pazienti con depressione avevano livelli estremamente bassi di omega-3 e un rapporto tra omega-3 e omega-6 molto alto. Mangiare pesce azzurro 2-3 volte a settimana per 5 anni ha migliorato significativamente le condizioni dei pazienti. È stato notato anche un miglioramento dopo l'assunzione di omega-3 in combinazione con farmaci nei pazienti con disturbo bipolare.

Nel valutare il livello di acidi grassi nei pazienti, è stato notato che in ciascuno dei pazienti intervistati (20 persone), che hanno assunto anche antipsicotici, il rapporto tra omega-3 e omega-6 è stato ridotto. Rimase così anche dopo la morte del paziente. L'assunzione di 10 grammi di olio di pesce al giorno, a sua volta, ha avuto un effetto positivo sui sintomi dei pazienti.

Bassi livelli di alcuni acidi grassi possono essere osservati nei bambini con disturbo da deficit di attenzione e iperattività. Un'assunzione equilibrata di omega-3 e omega-6 è stata generalmente benefica sia per i bambini con ADHD che per gli adulti.

Gli acidi grassi sono uno dei componenti più importanti nel trattamento dei pazienti.

Acidi grassi essenziali durante la gravidanza

Gli EFA sono elementi strutturali vitali delle membrane cellulari e quindi contribuiscono alla formazione di nuovi tessuti. Gli acidi grassi primari non possono essere sintetizzati dall'uomo, quindi la salute umana dipende dall'assunzione di acidi grassi dal cibo.

Il feto nell'utero dipende completamente dal livello di acidi grassi nel suo corpo. Influenzano lo sviluppo del sistema nervoso e della retina del bambino. Gli studi dimostrano che durante la gravidanza, il livello di acidi grassi nel corpo della madre diminuisce rapidamente. Ciò è particolarmente vero per l'acido docosaesaenoico: è il principale acido strutturale e funzionale nel sistema nervoso centrale. A proposito, questo acido viene mobilitato nel corpo della madre per entrare nel feto e alla nascita del primo figlio, il livello di questo acido nella madre è più alto rispetto alla nascita dei bambini successivi. Ciò significa che dopo la prima gravidanza, la quantità di acido docosaesaenoico nella madre non viene ripristinata al livello precedente. È stato notato che l'acido docosaesaenoico ha un effetto positivo sul volume, il peso e l'altezza del cranio nei bambini prematuri.

Anche gli acidi grassi omega-3 e omega-6 sono molto importanti per lo sviluppo del feto. Per ottenerli in quantità sufficienti, si consiglia di includere nella dieta di una donna incinta alimenti come oli vegetali, pesce 2 volte a settimana e vitamine, che includono acidi grassi essenziali.

Utilizzare in cosmetologia

Per il loro effetto benefico, soprattutto sulla pelle, gli acidi grassi essenziali (detti anche vitamina F) sono di grande importanza in cosmetologia, diventando componenti sempre più utilizzati di molti cosmetici destinati alla cura quotidiana di viso e corpo. La carenza di queste sostanze può portare a un'eccessiva secchezza della pelle. Se si utilizzano oli vegetali come base cosmetica, da cui si ottengono gli acidi grassi essenziali, tali prodotti prevengono la perdita di idratazione dalla pelle creando uno strato protettivo sull'epidermide. Inoltre, ammorbidiscono lo strato corneo e riducono l'infiammazione della pelle, alleviando così il dolore. Oltre a questo, svolgono un ruolo molto importante nel corretto funzionamento del corpo umano. La medicina riconosce l'effetto benefico degli oli vegetali sulla sintesi biologica dei componenti delle membrane cellulari, sono coinvolti nel trasporto e nell'ossidazione del colesterolo. Una carenza di acidi grassi essenziali può portare alla fragilità dei vasi sanguigni, al deterioramento del sistema immunitario, al processo di coagulazione del sangue e portare a.

L'acido linoleico (presente in girasole, soia, zafferano, mais, sesamo e anche da) migliora la barriera lipidica della pelle secca, protegge dalla perdita di umidità e normalizza il metabolismo della pelle. È stato notato che le persone con hanno spesso bassi livelli di acido linoico, con conseguente ostruzione dei pori, comedoni ed eczema. L'uso di acido linoico per la pelle grassa e problematica porta alla pulizia dei pori e alla diminuzione del numero di eruzioni cutanee. Inoltre, questo acido fa parte delle membrane cellulari.

Altri acidi grassi essenziali per la pelle sono l'acido gamma-linoleico (presente in borragine, legante e olio di canapa) e acido alfa-linoleico (presente in semi di lino, soia, olio di colza, olio di noci, germe di grano e fitoplancton). Sono componenti fisiologici delle membrane cellulari e dei mitocondri nel corpo umano. E l'acido eicosapentaenoico e docosaesaenoico (entrambi appartengono al gruppo degli omega-3 e si trovano nell'olio di pesce) prevengono lo sviluppo di tumori, alleviano l'infiammazione dopo l'esposizione al sole, riducono l'irritazione e stimolano i processi di recupero.

Gli acidi grassi essenziali rendono la pelle più idratata e dall'aspetto più levigato. Gli acidi grassi insaturi sono in grado di invadere le membrane cellulari, riparare la barriera epidermica danneggiata e limitare la perdita di umidità. Sono usati come base per creme, emulsioni, latte e creme cosmetiche, unguenti, balsami per capelli, maschere cosmetiche, balsami protettivi per labbra, schiume da bagno e prodotti per la cura delle unghie. Molte sostanze naturali ad alta attività biologica, come vitamine A, D, E, provitamina A e fosfolipidi, ormoni, steroidi e coloranti naturali, si sciolgono negli acidi grassi.

Tutti i vantaggi di cui sopra possono essere ottenuti assumendo vitamine, applicando farmaci sulla pelle o mediante somministrazione endovenosa. Ogni caso specifico richiede la consultazione di un medico.

Vitamina F nella medicina tradizionale

Nella medicina popolare gli acidi grassi essenziali sono considerati molto importanti per gli organi respiratori. Aiutano a mantenere l'elasticità delle membrane cellulari, contribuiscono alla normale attività polmonare. I sintomi della carenza e dello squilibrio di vitamina F sono capelli e unghie fragili, forfora, feci molli. Gli acidi grassi vengono utilizzati sotto forma di oli vegetali e animali, semi e noci. La vitamina F viene reintegrata principalmente dal cibo. Ad esempio, si consiglia di mangiare 50-60 grammi per fornire un apporto giornaliero di acidi grassi. Inoltre, la vitamina F è considerata un rimedio benefico per infiammazioni e ustioni. Per questo, vengono utilizzati principalmente oli.

Vitamina F nella ricerca scientifica

  • Per la prima volta è stato trovato un legame tra il consumo di grandi quantità di noci nel primo trimestre di gravidanza e gli effetti sulle capacità cognitive, l'attenzione e la memoria a lungo termine del bambino. I ricercatori spagnoli hanno preso in considerazione il consumo di frutta a guscio come noci, mandorle, arachidi, pinoli e nocciole. La dinamica positiva è attribuita alla presenza di folato, così come di omega-3 e omega-6 nella frutta a guscio. Queste sostanze tendono ad accumularsi nei tessuti neurali, in particolare nella parte frontale del cervello, responsabile della memoria e delle funzioni esecutive del cervello.
  • Secondo l'American Journal of Respiratory and Critical Medicine, mangiare acidi grassi omega-3 e omega-6 può avere l'effetto opposto sulla gravità dell'asma nei bambini, così come sulla loro risposta all'inquinamento atmosferico indoor. I bambini con livelli più elevati di omega-3 nella loro dieta hanno sperimentato meno sintomi di asma in risposta all'inquinamento atmosferico. Al contrario, l'aumento del consumo di cibi ad alto contenuto di omega-6 ha peggiorato il quadro clinico dei bambini malati.
  • Secondo uno studio condotto da scienziati dell'Università del Nebraska Medical Center (USA), gli acidi grassi omega-3 potrebbero essere in grado di inibire la crescita delle cellule del cancro al seno. Si pensa che questo effetto sia dovuto alle proprietà antinfiammatorie degli omega-3. Pertanto, una dieta ricca di frutti di mare può prevenire lo sviluppo di tumori.

Suggerimenti dimagranti

  • Occorre prestare attenzione alla quantità di carboidrati consumati. Il passaggio più importante è eliminare lo zucchero e, se possibile, dalla dieta. Vale la pena evitare anche le bevande zuccherate analcoliche.
  • I grassi dovrebbero costituire dal 5 al 6 percento dell'apporto energetico.
  • È meglio usare oli diversi per condire l'insalata e friggere. Ad esempio, l'olio d'oliva e l'olio di girasole sono più adatti per le insalate.
  • Mangia meno cibi fritti possibile a causa delle reazioni chimiche che si verificano nell'olio durante la frittura.

CONTROINDICAZIONI E PRECAUZIONI

Segni di una carenza di vitamina F.

Alcuni possibili segni di una carenza e / o squilibrio tra gli acidi grassi essenziali sono prurito, secchezza del corpo e del cuoio capelluto, unghie fragili, nonché sintomi atipici come asma, sete eccessiva e minzione, aggressività o crudeltà, cattivo umore, ansia, e una tendenza all'infiammazione e agli squilibri ormonali (inclusi cortisolo, ormoni tiroidei e insulina). L'equilibrio degli acidi grassi nel corpo è importante per ogni processo fisiologico. Per determinare il livello di acidi grassi, tra le altre cose, viene eseguita un'analisi della membrana eritrocitaria o un test funzionale delle vitamine e dei minerali del gruppo B.

Uno squilibrio nel grasso comporta i seguenti rischi:

  • Il consumo di quantità eccessive di grassi trans può contribuire a problemi cardio-metabolici, che sono i precursori del diabete e delle malattie cardiovascolari;
  • il consumo eccessivo di omega-6 rispetto agli omega-3 può essere associato a infiammazioni croniche e ad una serie di malattie degenerative;
  • Un eccesso di omega-3 e una mancanza di omega-6 possono anche portare a una serie di problemi di salute.

Una sovrabbondanza di omega-3 è pericolosa:

  • per le persone che soffrono di malattie della coagulazione del sangue o che usano anticoagulanti;
  • può causare il rischio di diarrea, gonfiore;
  • aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

Una sovrabbondanza di omega-6 è pericolosa:

  • per le persone con convulsioni;
  • per la gravidanza;
  • a causa del deterioramento dei processi infiammatori.

Interazione con altre sostanze

Si ritiene che il fabbisogno di vitamina E aumenti con l'aumento dell'assunzione di acidi grassi essenziali.

Storia della scoperta

Alla fine degli anni '1920, gli scienziati si interessarono al valore nutritivo dei grassi. In precedenza, i grassi alimentari erano noti per fornire energia e contenere vitamine A e D. Diversi articoli scientifici sono stati pubblicati che descrivono carenze precedentemente sconosciute derivanti dall'eliminazione di tutti i tipi di grasso dalla dieta e dall'esistenza di una nuova vitamina, F Dopo ulteriori sperimentazioni, gli scienziati scoprirono che la carenza poteva essere curata assumendo puro "acido linoelico" e nel 1930 fu usato per la prima volta il termine "acidi grassi essenziali".

Curiosità

  • La migliore fonte di acidi grassi non sono i multivitaminici, ma l'olio di pesce. Di regola, i grassi non sono inclusi nei multivitaminici. Inoltre, è meglio assumere l'olio di pesce con un pasto che contiene anche grassi.
  • C'è un mito secondo cui il consumo di omega-3 può abbassare i livelli di colesterolo. In effetti, il consumo di vitamine omega-3 abbasserà i livelli di trigliceridi, che sono stati collegati al rischio di malattie cardiache. A sua volta, sostituire i grassi saturi "cattivi" con grassi polinsaturi "sani" abbasserà i livelli di colesterolo.

Abbiamo raccolto i punti più importanti sulla vitamina F in questa illustrazione e ti saremmo grati se condividi l'immagine su un social network o blog, con un link a questa pagina:

Fonti d'informazione
  1. Lawrence, Glen D. I grassi della vita: acidi grassi essenziali nella salute e nella malattia. Rutgers University Press, 2010.
  2. Nicolle, Lorraine, et al. Il ricettario sulla nutrizione funzionale: affrontare gli squilibri biochimici attraverso la dieta. Singing Dragon, 2013.
  3. Kiple, Kenneth F e Orneals, Kriemhild Conee. Acidi grassi essenziali. La Cambridge World History of Food. Cambridge UP, 2012. 876-82. La Cambridge World History of Food. DOI: 10.1017 / CHOL9780521402149.100
  4. Acidi grassi essenziali. Fatti nutritivi,
  5. Panoramica degli acidi grassi a catena lunga (LC-PUFA: ARA, DHA e EPA). Scritto dal Dr. Peter Engel nel 2010 e rivisto da D. Raederstoff il 15.05.17.,
  6. Haag, Marianne. Acidi grassi essenziali e cervello. The Canadian Journal of Psychiatry, 48 (3), 195-203. DOI: 10.1177 / 07067437030480038
  7. Grassi che guariscono e grassi che uccidono. Udo Erasmus. Libri vivi, Summertown, Tennessee, 1993.
  8. Hornstra G, Al MD, van Houwelingen AC, Foreman-van Drongelen MM. Acidi grassi essenziali in gravidanza e sviluppo umano precoce. European Journal of Obstetrics and Gynecology and Reproductive Biology, 61 (1995), pagg. 57-62
  9. Greenberg JA, Bell SJ, Ausdal WV. Integrazione di acidi grassi Omega-3 durante la gravidanza. Recensioni in ostetricia e ginecologia vol 1.4 (2008): 162-9
  10. Aleksndra ZIELINSKA, Izabela NOWAK. Acidi grassi negli oli vegetali e loro importanza nell'industria cosmetica. CHEMIC 2014, 68, 2, 103-110.
  11. Huang TH, Wang PW, Yang SC, Chou WL, Fang JY. Applicazioni cosmetiche e terapeutiche degli acidi grassi dell'olio di pesce sulla pelle. Marine Drugs, 16 (8), 256. DOI: 10.3390 / md16080256
  12. Irina Chudaeva, Valentin Dubin. Torniamo alla salute perduta. Naturopatia. Ricette, metodi e consigli della medicina tradizionale. Sezione noci e semi.
  13. Gignac F, Romaguera D, Fernández-Barrés S, Phillipat C, Garcia-Esteban R, López-Vicente M, Vioque J, Fernández-Somoano A, Tardón A, Iñiguez C, Lopez-Espinosa MJ, García de la Hera M, Amiano P, Ibarluzea J, Guxens M, Sunyer J, Julvez J. Assunzione materna di noci in gravidanza e sviluppo neuropsicologico del bambino fino a 8 anni: uno studio di coorte basato sulla popolazione in Spagna. European Journal of Epidemiology (EJEP). Maggio 2019. DOI: 10.1007 / s10654-019-00521-6
  14. Emily P. Brigham, Han Woo, Meredith McCormack, Jessica Rice, Kirsten Koehler, Tristan Vulcain, Tianshi Wu, Abigail Koch, Sangita Sharma, Fariba Kolahdooz, Sonali Bose; Corrine Hanson, Karina Romero; Gregory Diette e Nadia N. Hansel. L'assunzione di Omega-3 e Omega-6 modifica la gravità dell'asma e la risposta all'inquinamento atmosferico nei bambini. American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, 2019 DOI: 10.1164 / rccm.201808-1474OC
  15. Saraswoti Khadge, Geoffrey M. Thiele, John Graham Sharp, Timothy R. McGuire, Lynell W. Klassen, Paul N. Black, Concetta C. DiRusso, Leah Cook, James E. Talmadge. Gli acidi grassi polinsaturi omega-3 a catena lunga riducono la crescita del tumore mammario, le metastasi multiorgano e migliorano la sopravvivenza. Metastasi cliniche e sperimentali, 2018; DOI: 10.1007 / s10585-018-9941-7
  16. 5 fatti poco noti sugli acidi grassi e perché ne hai bisogno per il tuo cervello,
  17. Sfatare i miti con fatti sugli acidi grassi Omega-3,
Ristampa dei materiali

È vietato l'uso di qualsiasi materiale senza il nostro previo consenso scritto.

Norme di sicurezza

L'amministrazione non è responsabile per qualsiasi tentativo di applicare qualsiasi ricetta, consiglio o dieta, e inoltre non garantisce che le informazioni specificate ti aiuteranno o ti danneggeranno personalmente. Sii prudente e consulta sempre un medico appropriato!

Leggi anche su altre vitamine:

Lascia un Commento