Vegetarianismo e religione
 

Per molti, l'ultimo argomento a favore di un particolare sistema alimentare è stato e rimane la religione. Studiando le Scritture, le persone sono convinte che alcuni cibi siano corretti, mentre altri siano peccaminosi e ... spesso si sbagliano. Il motivo, secondo gli esperti, è l'errata interpretazione di quanto letto, a volte causata da una traduzione errata. Nel frattempo, uno studio più dettagliato consente non solo di trovare risposte a tutte le domande di interesse, ma anche di capire come certe religioni si relazionano effettivamente al vegetarianismo.

Sulla ricerca

Nonostante il fatto che una qualsiasi delle religioni sia basata sulla fede, ognuna di esse ha determinati insegnamenti, rituali e tradizioni che sono onorate dai credenti. Da un lato, tutte queste religioni sembrano essere completamente diverse, ma anche a un esame più attento, le loro caratteristiche comuni sono visibili. Ne è certo, in ogni caso, lo studioso di religione Stephen Rosen, che ha cercato di rivelare il vero atteggiamento di varie denominazioni nei confronti del vegetarismo.

Studiando tutti i tipi di insegnamenti religiosi, è giunto alla conclusione che più antica è la religione stessa, più importante è rifiutare il cibo animale. Giudica tu stesso:

 
  • Il più giovane e allo stesso tempo uno dei più grandi sistemi religiosi, che è Islam, più di 1300 anni. E non pensa che il cibo vegetariano sia l'unico corretto.
  • Ha un'opinione leggermente diversa Cristianesimoche ha più di 2000 anni. Incoraggia a rinunciare alla carne.
  • La più antica religione monoteista, che è Giudaismo, ha anche una consolidata tradizione di vegetarismo. Lei, a proposito, ha già 4000 anni. La stessa opinione è sostenuta da Buddismoe Giainismo, insegnamenti nati dal giudaismo 2500 anni fa.
  • E solo antiche scritture Веды, la cui età ammonta a 5000 - 7000 anni, è favorevole all'abbandono totale della carne a favore dei cibi vegetali.

È vero, lo scienziato ricorda che questa informazione è generalizzata e hanno anche eccezioni alle regole. Ad esempio, ci sono alcune sette cristiane che includono Mormone or avventistiaderendo a uno stile di vita vegetariano rigoroso. E tra i musulmani ci sono vegetariani consapevoli che predicano Baha'ismo... E anche se i loro insegnamenti non vietano il consumo di carne, tuttavia, raccomandano vivamente di rifiutarlo.

Ma è meglio conoscere le opinioni dei predicatori di certe religioni.

Islam e vegetarianismo

Nessuno dice che questa religione sostenga fortemente il vegetarianismo. Tuttavia, le persone attente capiscono tutto senza parole. Secondo le tradizioni consolidate, l'omicidio è proibito alla Mecca, città natale di Magomed. In altre parole, tutti gli esseri viventi qui devono vivere in armonia. Andando alla Mecca, i musulmani indossano abiti rituali - ihram, dopo di che è vietato uccidere chiunque, anche se è un pidocchio o una locusta.

E se si trovassero sul sentiero del pellegrino? Bypassa gli insetti e avvisa i tuoi compagni di loro in modo che non li calpestino accidentalmente.

Un altro potente argomento a favore del vegetarianismo sono gli insegnamenti che descrivono la vita di Maometto. Secondo loro, proibì agli arcieri di mirare a madri uccelli, leggere lezioni a coloro che maltrattavano i cammelli e infine costrinse tutti coloro che mangiavano carne a sciacquarsi la bocca prima di pregare. Perché non ha affatto vietato il consumo di carne? Gli scienziati dicono che si tratta di tollerare le dipendenze dei loro potenziali studenti e il loro graduale ingresso nel sentiero dell'illuminazione spirituale. A proposito, la Bibbia aderisce agli stessi punti di vista.

È interessante notare che, esaminando le pagine delle Scritture, puoi trovare molti altri esempi che descrivono le abitudini alimentari del profeta stesso. Ovviamente erano completamente e completamente vegetariani. Inoltre, anche la sua morte ha sottolineato in ogni modo l'importanza di rifiutarsi di mangiare carne.

Secondo la leggenda, Magomed ei suoi compagni accettarono l'invito di una donna non musulmana e accettarono di mangiare la carne avvelenata che serviva. Naturalmente, l'intuizione spirituale gli ha permesso di capire che le leccornie sono veleno e in modo tempestivo per impedire ad altri di toccare il cibo. Lo mangiava lui stesso, anche se prima non gli piaceva la carne. Dopo quell'incidente, visse per circa 2 anni e poi morì, con il suo stesso esempio cercando di dimostrare alle persone testarde la nocività del consumo di carne.

Cristianesimo e vegetarismo

Al centro delle Scritture, la Bibbia è misericordia e compassione per tutti gli esseri viventi. Un'ulteriore conferma di ciò è la legge sul cibo, che rivela la volontà di Dio. Secondo lui, l'Onnipotente ha detto: "Ti ho dato ogni erba che semina seme che è su tutta la terra e ogni albero che ha alberi da frutto che semina: questo sarà il tuo cibo.'.

E tutto andrebbe bene, solo nel Libro della Genesi qualcuno ha trovato parole che permettono alle persone di mangiare tutto ciò che vive e si muove. E nel Nuovo Testamento, qualcuno si è imbattuto nelle richieste di carne di Cristo. E il Vangelo diceva perfino che i discepoli andavano a comprare la carne. Tutte queste parole hanno dato l'opportunità agli amanti della carne di sostenere le loro dipendenze gastronomiche con citazioni bibliche e il mondo - il mito secondo cui la Bibbia sostiene il consumo di carne.

Tuttavia, gli studiosi religiosi lo hanno comunque dissipato. Si scopre che le parole scritte nel libro della Genesi si riferiscono ai tempi in cui iniziò il diluvio. In quel momento, Noah aveva bisogno di sopravvivere al disastro ad ogni costo. Come è possibile farlo in condizioni in cui tutta la vegetazione si è estinta? Inizia a mangiare carne. Per questo è stato dato il permesso, ma non un comando.

Gli studiosi religiosi spiegano l'interpretazione della strana richiesta di Cristo e le non meno strane parole dei suoi discepoli sull'acquisto di carne con una traduzione errata. Il fatto è che il greco "broma"Letteralmente si traduce come"cibo“, Non come la carne. Di conseguenza, nel testo, ci sono parole che significano "qualcosa di commestibile" o "cibo". In condizioni normali, una persona che ricorda la legge sugli alimenti interpreterebbe tutto correttamente, mentre, infatti, sono comparse una traduzione errata e delle contraddizioni.

Queste parole sono confermate dai risultati di ulteriori studi di documenti storici. In accordo con loro:

  • i primi cristiani rifiutarono la carne per ragioni di purezza e misericordia;
  • Anche 12 apostoli aderirono ai principi del vegetarianismo;
  • nei "Sermoni Misericordiosi" del XNUMX secolo dC si dice che mangiare carne animale sia identificato con il paganesimo;
  • infine, la vocazione al vegetarianismo è alla base del sesto comandamento, che è: "Non uccidere".

Tutto ciò permette di affermare che i primi cristiani erano vegetariani, più precisamente aderenti a una dieta lattea-vegetale. Perché è cambiato tutto? Secondo i ricercatori, durante il Concilio di Nicea, datato al 325 d.C., sacerdoti e politici hanno apportato modifiche ai testi cristiani originali al fine di renderli accettabili per l'imperatore Costantino. In futuro, si prevedeva di ottenere il riconoscimento del cristianesimo come religione dell'Impero Romano.

In una delle sue traduzioni, Gedeone Jasper Richard Owsley scrive che tali adeguamenti sono stati apportati a quei comandi di Dio che le autorità non volevano seguire. A proposito, dopo che sono state apportate tutte le modifiche, insieme al consumo di carne, è stato consentito anche l'alcol.

Come ultimo argomento a favore del vegetarianismo, vorrei citare un altro esempio di traduzione male interpretata. La famosa preghiera al Signore inizia con le parole: "awoon Dwashmaya", Che le persone pronunciano più spesso come"Padre nostro che sei nei cieli“. Nel frattempo, sarebbe più corretto dire "Il nostro Padre comune che sei nei cieli“. Semplicemente perché Dio è il padre di tutti gli esseri viventi e il suo amore è onnicomprensivo. Per i veri vegetariani, anche altre parole della preghiera sono di grande importanza: "Dacci oggi il nostro pane quotidiano".

Ebraismo e vegetarismo

Oggi, il giudaismo generalmente non considera il vegetarismo un comandamento. Nel frattempo, questo prova ancora una volta ciò che è stato scritto nelle Scritture: "ogni nuova generazione interpreta male la Torah“. Inoltre, la prima legge sul cibo, prescritta nella Torah, nota anche come Antico Testamento, insiste sulla necessità di seguire i principi del vegetarianesimo. Secondo lui, Dio ha dato alle persone per il cibo i semi per la semina di erbe e alberi da frutto.

E anche dopo il diluvio universale, durante il quale è stato concesso il permesso per l'uso di prodotti a base di carne, il Signore ha cercato di nuovo di instillare nell'umanità l'amore per il vegetarianismo. Ciò è dimostrato dal “manna dal cielo", Che in realtà era un alimento vegetale. Certo, non tutti ne erano contenti, poiché tra i vagabondi c'erano anche quelli affamati di carne. A proposito, Dio lo diede per ultimo, tuttavia, insieme a una malattia mortale, come dimostra la voce nel Libro dei Numeri.

È interessante notare che molti sono stati sviati dal dominio che è stato dato agli esseri umani sul mondo creato. Spesso proteggevano coloro che non potevano negarsi il piacere di continuare a mangiare carne animale. Nel frattempo, il dottor Richard Schwartz ha successivamente risposto a tutte le domande nei suoi scritti. Ha spiegato che il dominio significa solo prendersi cura e prendersi cura di questo mondo, ma non uccidere per il cibo.

Anche le leggi alimentari che includono restrizioni sul consumo di carne sostengono il vegetarismo. Secondo loro, tutti i cibi vegetali e latticini sono considerati kosher o ammissibili. Allo stesso tempo, la carne, per diventarlo, deve soddisfare requisiti speciali ed essere preparata in modo speciale.

Anche la storia di Daniel merita un'attenzione speciale. Secondo la leggenda, lui, insieme ad altri 3 giovani, divenne prigioniero del re babilonese. Quest'ultimo mandò ai giovani un servitore con vere prelibatezze, tra cui carne e vino, ma Daniele li rifiutò. Ha spiegato il suo rifiuto con il desiderio di mostrare empiricamente al re i benefici di mangiare solo verdure e acqua. I giovani li hanno mangiati per 10 giorni. E dopo, i loro corpi e i loro volti sono diventati davvero più belli di quelli delle persone che mangiano piatti reali.

Impossibile non ricordare l'origine della parola "stampe"-"carne“, Che è descritto nel Talmud. Secondo gli antichi, era composto dalle prime lettere delle seguenti parole: "scommettere"-"una vergogna""senza"-"processo di decadimento""Resh"-"worm“. Semplicemente perché, alla fine, la parola “basar” avrebbe dovuto assomigliare alla famosa citazione del libro sacro, che condanna la gola e afferma che la carne porta allo sviluppo dei vermi.

Veda e vegetarianismo

I testi sacri scritti in sanscrito incoraggiavano fortemente il vegetarianismo. Semplicemente perché era proibito nuocere agli esseri viventi. Inoltre, non solo le persone che hanno deciso di uccidere un animale sono state condannate, ma anche quelle che in seguito lo hanno toccato, ad esempio quando hanno tagliato la carne, venduta, cucinata o semplicemente mangiata.

Secondo gli antichi insegnamenti, ogni vita è onorata, poiché l'anima vive in qualsiasi corpo. È interessante notare che i seguaci degli insegnamenti vedici credevano che ci fossero 8 forme di vita nel mondo. Non tutti sono altamente sviluppati, ma tutti meritano un trattamento rispettoso.


Da tutto quanto sopra, ne consegue che il vegetarianismo è antico quanto il mondo. E anche se le controversie attorno ad esso non si placano, i suoi benefici sono sottostimati e il danno è esagerato, aiuta le persone in ogni modo possibile. Diventa più sano, più forte, più duro. Li costringe a fissare nuovi obiettivi e vincere. Li rende più felici e questo, forse, è il suo merito principale!

Altri articoli sul vegetarianismo:

Lascia un Commento