Il piumato – applicazione, coltivazione, ricette

Contenuti

La pianta vivipara è una pianta con molte proprietà benefiche per la salute. In questo senso, può anche essere paragonato all'aloe. Tuttavia, si dice che la sua applicazione sia molto più ampia. La pianta vivipara è un vero tesoro di vitamina C. Degni di nota sono anche i micro e macroelementi in essa contenuti. Scopri il suo utilizzo, il metodo di coltivazione e impara come preparare una tintura, un unguento e una maschera per il viso a base di piume.

Viviparas – applicazione

Il succo contenuto nelle foglie della pianta viva può essere utilizzato con successo contro l'acne e altre lesioni visibili sulla superficie della pelle. Tutto grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e battericide. Lubrificare le aree interessate con il succo più volte al giorno. Le foglie intere senza membrane possono essere utilizzate su lesioni purulente.

Tale succo può essere utilizzato anche su ferite difficili da guarire. Tra questi possiamo distinguere: cicatrici postoperatorie, ustioni e piaghe da decubito. Viviparas aiuta anche a lenire la reazione che si verifica dalle punture di insetti. Grazie ad esso, possiamo sbarazzarci di prurito, gonfiore e arrossamento persistenti.

Si dice anche questo Featherfish aiuta a rafforzare il corpo e protegge dalle infezioni – anche quelli stagionali.

Viviparas può anche essere utile nel trattamento di condizioni come:

  1. asma,
  2. asma allergico
  3. bronchite,
  4. tosse,
  5. angina.

Bere succo di pesce vivo può aiutare nella maggior parte delle malattie. Se siamo stanchi dell'angina, la lubrificazione dell'area delle tonsille porterà sollievo. Tuttavia, quando si tossisce, la lubrificazione della base del naso funzionerà. Vivipede è anche un rimedio per gengive sanguinanti e mal di denti. Tuttavia, in nessun caso deve sostituire il trattamento e una visita standard da un medico specialista.

Viviparas può anche essere un rimedio per problemi legati all'apparato digerente. È l'antidoto perfetto per il bruciore di stomaco e persino le ulcere allo stomaco. Utile anche nel trattamento dell'infiammazione degli organi genitali femminili (vagina, cervice, vulva). È raccomandato principalmente per erosioni della cervice. Inoltre, bere 30 gocce di succo al giorno è efficace nella regolazione dei livelli di glucosio, quindi può essere utilizzato anche dai diabetici.

Puoi acquistare il succo di esche vive di Dermes al Medonet Market a un prezzo interessante.

Loietto piumato – coltivazione

La coltivazione dell'orso vivo piumato non è un compito complicato. La pianta, invece, appartiene alla famiglia delle succulente, quindi ha dei requisiti specifici. Affinché si sviluppi correttamente, dovrebbe essere collocato in un luogo luminoso e caldo. In una stanza del genere, la temperatura in inverno non dovrebbe scendere sotto i 15 gradi Celsius; in estate dovrebbe essere tra 22 e 25 gradi Celsius. L'epatica piumata ha bisogno di molta luce. La sua mancanza renderà la pianta rachitica.

I requisiti del livebug piumato in termini di qualità del substrato non sono eccessivi. Può essere coltivato sia in terriccio universale che in terriccio destinato ad altre piante grasse e cactus. L'epatica piumata, purché abbia le giuste condizioni per il suo sviluppo, si moltiplica rapidamente. La pianta si ammala raramente. L'errore principale dei coltivatori alle prime armi è quello di annaffiarlo troppo abbondantemente e piantarlo in un substrato poco drenato – questo porta alla decomposizione delle radici.

Succo viviparo – ricetta

Le foglie lavate e asciugate vanno messe in frigorifero per 3-5 giorni. È una buona idea avvolgerli nella carta per fornire loro un sottile strato di protezione. Quando si saranno raffreddati, possiamo tagliarli a cubetti e versarli in una ciotola, barattolo o altro recipiente di vetro. Per ottenere il succo dell'orso vivo, dovresti sbattere le foglie, ad esempio con un cucchiaio di legno. Questo farà una polpa con il succo.

Una volta ottenuta la prima versione del succo della pianta viva, riponiamola in frigorifero. Tuttavia, questa volta è sufficiente nasconderlo solo per 2-3 ore. Dopo il raffreddamento, la bevanda non sarà ancora consumabile a causa della polpa in essa contenuta. Tuttavia, dopo averlo separato, ad esempio, dal liquido, otterremo puro succo viviparo. Alcune persone lo mangiano subito, altri aspettano un'altra settimana e durante questo periodo conservano la bevanda in un luogo ombreggiato.

Come preparare una tintura di vita dal vivo?

La tintura di Viviparus è un rimedio provato per il mal di gola e la raucedine. Per preparare la bevanda avrai bisogno di spirito o vodka al 40%, foglie e uno stelo di pane vivo. La pianta va prima tritata finemente e poi messa in un barattolo. Versare dappertutto con spirito o vodka e chiuderlo ermeticamente. La tintura vivipara deve essere conservata in una stanza buia per 2 settimane. Quindi basta filtrarlo e versarlo in una bottiglia.

Viviparus – unguento

Possiamo acquistare il preparato in farmacia o realizzarlo da soli. Il costo di acquisto è compreso tra 20 e 30 PLN. L'efficacia dell'unguento è dovuta agli ingredienti contenuti nelle foglie della pianta, che comprendono, tra gli altri acidi fenolici, calcio, potassio, silicio, rame, manganese e zinco. Grazie a loro, il preparato ha un effetto fungicida e battericida. L'unguento vivipara aiuta nel trattamento di:

  1. emorroidi,
  2. piaghe da decubito,
  3. micosi,
  4. psoriasi
  5. acne,
  6. seborrea.

Esistono molte ricette per la preparazione di un tale unguento. Per preparare il prossimo, avrai bisogno di:

  1. olio di cocco,
  2. burro di karitè (circa 25 grammi)
  3. burro di cocco (circa 25 grammi)
  4. vivipara (3 foglie).

Se non abbiamo karitè e burro di cocco a portata di mano, possiamo usare vaselina e strutto. L'unguento preparato in questo modo non avrà proprietà curative più deboli. Tuttavia, il burro di karitè contiene vitamine A, E ed F, grazie alle quali idratiamo un po' meglio la pelle. A sua volta, il burro di cacao non provoca allergie e può essere utilizzato anche da bambini, donne in gravidanza e soggetti allergici.

Iniziamo a preparare l'unguento dai vermi vivi tagliando le foglie della pianta. Poi mettete tutti gli ingredienti in una casseruola e fate sciogliere. Successivamente verranno estratti e dopo pochi minuti si formerà un unguento verde all'orso vivo. Alla fine, è sufficiente rimuovere i pezzi più spessi della pianta e versare l'unguento attraverso un colino nel contenitore scottato. La preparazione va conservata in frigorifero per qualche minuto in modo che si indurisca leggermente.

Per preparare il tuo prossimo unguento viviparo, avrai bisogno di:

  1. succo di orso vivo (circa 40 ml),
  2. farmaco batteriostatico (circa 25 g),
  3. un anestetico (circa 25 g),
  4. lanolina (circa 60 g).

Versare gli ingredienti in una pentola di smalto o ceramica e mescolare. È sconsigliato cuocerli e mantecarli in una pentola di metallo o di alluminio. Nel preparare questo tipo di unguento viviparo, curiamo anche la corretta preparazione della pianta da cui verrà prodotto il succo. I coltelli di metallo non devono essere usati per il taglio; è meglio usare un cucchiaio di legno per impastare.

Le proprietà dell'esca viva sono così universali che puoi anche creare un cosmetico naturale da essa. La crema si può conservare in frigorifero. Vale la pena preparare una quantità che utilizzeremo rapidamente, perché l'unguento si deteriora rapidamente. Tuttavia, puoi acquistare un unguento già pronto dalla pianta vivente in una confezione contenente 150 ml del preparato. Si usa 2-3 volte al giorno.

Per preparare la terza ricetta, questa volta per una maschera nutriente, vi serviranno:

  1. farina d'avena (3-4 cucchiai),
  2. succo di orso vivo (1-2 bicchieri),
  3. olio di enotera (2 cucchiai).

La maschera può essere preparata in pochi minuti. Per prima cosa, versa dell'acqua sulla farina d'avena. Quando diventano gonfie, aggiungiamo loro il succo della pianta viva e l'olio di enotera. Vale la pena ricordare di mescolare tutto accuratamente in modo che la maschera abbia una consistenza migliore. La maschera vivipara uniforma il tono della pelle e la idrata. La maschera deve essere lavata via dopo circa 15-20 minuti.

Puoi anche acquistare un unguento Living Life pronto per la pelle secca e normale, disponibile su Medonet Market.

Se non hai tempo per preparare i tuoi cosmetici, scegli i prodotti naturali del marchio Orientana. La maschera all'argilla con miele indiano e tea tree è indicata per la cura della pelle grassa e a tendenza acneica. La maschera deterge in profondità la pelle, rimuove le tossine e nutre la pelle.

Liveflower – uso esterno

La pianta vivipara, a volte chiamata pianta vivipara, è una pianta non meno efficace di molte droghe sintetiche. Tuttavia, vale la pena conoscere le regole del suo uso esterno:

  1. mal di testa: le tempie e la fronte devono essere lubrificate con succo, preferibilmente al mattino. Se vogliamo che l'effetto del trattamento sia più rapido, possiamo anche bere 20 gocce di succo al giorno al mattino e alla sera. Alcune persone preferiscono mangiare solo le foglie della pianta invece del succo, dopo aver rimosso le membrane da esse.
  2. ferite – in caso di ustioni, tagli, lacerazioni ed eventuali ferite profonde, la zona interessata deve essere risciacquata con il succo di orso vivo. Il secondo modo è preparare un impacco. In caso di ustioni, lavare la pelle più volte al giorno. Il tampone deve essere molto saturo di liquido.
  3. malattie della pelle – le persone che soffrono di acne dovrebbero lavarsi il viso con la tintura di pane vivo al mattino e alla sera. Se queste ferite sono difficili da rimarginare, puoi anche prendere l'estratto di ippocastano e bere 20 gocce al giorno al mattino e alla sera. Durante il trattamento dell'eczema, l'area interessata deve essere lavata più volte al giorno con il succo di piume.
  4. Forfora – Il succo di Featherfish è un ottimo rimedio per la forfora. Per sbarazzarsi della malattia, strofinare la testa con il liquido ogni due giorni. Le stesse proprietà curative hanno anche la tintura vivipara, che può essere strofinata anche sulla testa.

Il succo viviparo è un rimedio universale. Puoi anche usarlo per curare i disturbi reumatici. In questo caso, strofina il liquido nel punto dolente. Anche in questo caso, sarà consigliabile mangiare in aggiunta le foglie della pianta o bere 20 gocce di succo 3 volte al giorno. Un punto dolente può anche essere strofinato con una tintura vivipara.

Maggiori informazioni sui cosmetici naturali

Incontra le varietà della pianta vivipara

Le persone interessate a coltivare una pianta di orso vivo spesso fanno la domanda: "Qual è quella piumata?" Ciò è dovuto al fatto che in Polonia ne possiamo acquistare tre tipi, ovvero Kalanchoe daigremontiana, Kalanchoe pinnata e Kalanchoe tubiflora. Differiscono nell'aspetto, ma hanno proprietà curative simili. Vale la pena conoscere una breve descrizione di ciascuno di essi.

  1. kalanchoe daigremontiana – le sue foglie assomigliano a palline, sono delicate e hanno sporgenze caratteristiche. La pianta ha germogli spessi e rigidi e in condizioni climatiche favorevoli può raggiungere fino a 1,5 m di altezza. Nella versione in vaso, la pianta daigremontiana vivipara raggiunge circa 90 cm. Le sue foglie spesse e carnose, che ne sono anche la parte rappresentativa, hanno anche proprietà curative.
  2. kalanchoe pinnata - sotto questo nome c'è l'omonima pianta pennata. A differenza della Daigremontiana, non ha sporgenze. È questa varietà che viene utilizzata nella produzione di cosmetici e medicinali naturali. Può raggiungere fino a 180 cm di altezza. I suoi calici penzolanti sono di colore bianco e verde.
  3. kalanchoe tubiflora - il suo nome polacco è una pianta vivipara a foglie strette. Ha caratteristiche foglie tubolari strette. Molte persone allevano questa specie esclusivamente a scopo ornamentale. Tuttavia, nei tessuti di Kalanchoe tubiflora, come nelle sue “sorelle”, sono presenti anche sostanze con proprietà antinfiammatorie, antimicotiche e battericide.

Controindicazioni all'uso di succo e tintura di orso vivo

Sia i succhi che le tinture di esche vive preparate in casa si basano sullo spirito. Tuttavia, il consumo di tali bevande non è raccomandato per le persone con alti livelli di potassio nel corpo. Per ragioni note, i succhi contenenti alcol non devono essere dati da bere ai bambini. La tintura vivipara può anche danneggiare le donne in gravidanza e coloro che allattano.

Anche il consumo di liquidi dall'orso vivo piumato non è raccomandato per le persone che assumono farmaci, soprattutto su base permanente. Tuttavia, per essere sicuri, un medico dovrebbe essere consultato in anticipo per determinare se il succo o la tintura del viviparo possono danneggiare in una certa misura il paziente. In ogni caso, la pianta è un tesoro di preziose vitamine e minerali e, a parte i casi sopra citati, non ci sono controindicazioni per utilizzarla in vari modi.

Lascia un Commento