Il CEO di Apple Tim Cook: “Non sei più un cliente. Tu sei il prodotto

Contenuti

Trends ha raccolto i principali pensieri del CEO di Apple dai suoi discorsi pubblici degli ultimi anni – sul valore dei dati, della tecnologia e del futuro.

Informazioni sulla protezione dei dati

“Per quanto riguarda la privacy, penso che questo sia uno dei principali problemi del I secolo. È alla pari con il cambiamento climatico”. [uno]

“L'intelligenza artificiale etica è importante quanto la raccolta etica dei dati personali. Non puoi concentrarti solo su una cosa: questi fenomeni sono strettamente collegati e sono di fondamentale importanza oggi.

“In un'epoca di disinformazione e teorie del complotto alimentate da algoritmi, non possiamo più nasconderci dietro la teoria secondo cui qualsiasi interazione nel campo della tecnologia è a fin di bene, al fine di raccogliere quanti più dati possibile. Non si deve permettere che un dilemma sociale si trasformi in una catastrofe sociale”.

“La tecnologia non ha bisogno di enormi quantità di dati personali collegati da dozzine di siti web e app. La pubblicità è esistita ed è fiorita per decenni senza di essa. Il percorso di minor resistenza è raramente il percorso della saggezza.

“Nessuna informazione sembra essere troppo personale o troppo privata per essere monitorata, monetizzata e aggregata per darti una panoramica completa della tua intera vita. Il risultato di tutto questo è che non sei più un cliente, sei un prodotto”. [2]

“In un mondo senza privacy digitale, anche se non hai fatto niente di sbagliato se non pensare diversamente, inizi a censurarti. Un po' all'inizio. Prendi meno rischi, spera di meno, sogna di meno, ridi di meno, crea di meno, prova di meno, parla di meno, pensa di meno. [3]

Sulla regolamentazione della tecnologia

“Penso che il GDPR (regolamento generale sulla protezione dei dati adottato nell'UE nel 2018. — tendenze) divenne un'eccellente posizione fondamentale. Deve essere accettato in tutto il mondo. E poi, basandoci sul GDPR, dobbiamo portarlo al livello successivo".

"Abbiamo bisogno che i governi di tutto il mondo si uniscano a noi e offrano un unico standard globale [per la protezione dei dati personali] invece di una trapunta patchwork".

“La tecnologia deve essere regolamentata. Ora ci sono troppi esempi in cui la mancanza di restrizioni ha portato a gravi danni alla società”. [quattro]

Sull'assalto al Campidoglio e sulla polarizzazione della società

“La tecnologia può essere utilizzata per fare progressi, ottimizzare gli sforzi e talvolta tentare di manipolare la mentalità delle persone. In questo caso (durante l'assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021. — tendenze) erano chiaramente usati per nuocere. Dobbiamo fare di tutto affinché ciò non accada di nuovo. Altrimenti, come faremo a migliorare? [uno]

"È ora che smettiamo di fingere che il nostro approccio all'uso della tecnologia non causi danni: la polarizzazione della società, la perdita di fiducia e, sì, la violenza".

"Quali saranno le conseguenze se migliaia di utenti si uniranno a gruppi estremisti e quindi l'algoritmo li consiglierà ancora di più delle stesse comunità?" [5]

A proposito di Apple

"Sono convinto che verrà il giorno in cui guarderemo indietro e diremo:" Il più grande contributo di Apple all'umanità è l'assistenza sanitaria".

“Apple non ha mai mirato a sfruttare al meglio il tempo di un utente. Se guardi il tuo telefono più degli occhi degli altri, stai sbagliando". [quattro]

“Uno dei maggiori problemi della tecnologia oggi è la mancanza di responsabilità da parte delle piattaforme. Ci assumiamo sempre la responsabilità”.

"Utilizziamo un'ingegneria unica per non raccogliere una tonnellata di dati, giustificandola con il fatto che ne abbiamo bisogno per svolgere il nostro lavoro". [6]

A proposito di futuro

“Il nostro futuro sarà pieno di innovazioni che renderanno la vita migliore, più appagante e più umana? O sarà pieno di strumenti che servono pubblicità mirata sempre più aggressiva? [2]

“Se accettiamo come normale e inevitabile che tutto nella nostra vita possa essere venduto o pubblicato sul Web, allora perderemo molto più dei dati. Perderemo la libertà di essere umani”.

“I nostri problemi – nella tecnologia, in politica, ovunque – sono problemi umani. Dal Giardino dell'Eden ai giorni nostri, è l'umanità che ci ha attirato in questo caos, ed è l'umanità che deve tirarci fuori.

“Non cercare di imitare le persone che ti hanno preceduto assumendo una forma che non ti si addice. Richiede troppo sforzo mentale – sforzo che dovrebbe essere diretto verso la creazione. Essere diverso. Lascia qualcosa di degno. E ricorda sempre che non puoi portarlo con te. Dovremo trasmetterlo ai posteri”. [3]


Iscriviti anche al canale Trends Telegram e rimani aggiornato sulle tendenze attuali e le previsioni sul futuro della tecnologia, dell'economia, dell'istruzione e dell'innovazione.

Lascia un Commento